Archivio completo

Comunicati Stampa 19 Ottobre 2020

Contraffazione: a Pesaro e Urbino il lavoro di squadra vince sul commercio di merce falsa

Nella provincia 841 sequestri dal 2008 a oggi e più di 82mila prodotti contraffatti sottratti al mercato del falso. Ma il fenomeno si trasforma: è sempre più «liquido», ora serve il coinvolgimento dei cittadini

Pesaro, 19 ottobre 2020 - Dal 2008 a oggi la Guardia di Finanza ha effettuato nel territorio della provincia di Pesaro e Urbino 841 operazioni che hanno portato al sequestro di 82.664 articoli falsi. Si tratta per la gran parte di abbigliamento (il 53,2% della merce confiscata) e di accessori (il...[...]

Comunicati Stampa 15 Ottobre 2020

Italiani impauriti, ma pronti alla seconda ondata: 8 su 10 favorevoli all’obbligo della mascherina ovunque

L’84% si dichiara pronto alla nuova emergenza. Per il 66% è pronta la propria Regione, per il 55% il Governo, per il 63% dei lavoratori la propria azienda. Effetto Covid sul lavoro: più stress, più fatica, più complicato conciliare lavoro, famiglia e tempo libero. Ma non è così per gli smart worker

Roma, 15 ottobre 2020 – O mascherina o multa, anche sul lavoro: gli italiani dicono sì. Gli italiani d’accordo con l’obbligo della mascherina da indossare ovunque sono l’80% del totale (il dato sale all’86% tra le donne). Più favorevoli al Centro (85,6%) e al Sud (83,1%), meno al Nord-Ovest (78%) e...[...]

Comunicati Stampa 30 Settembre 2020

Effetto Covid-19 sulla comunicazione d’impresa: voce della comunità aziendale, che non lascia da soli i lavoratori

Durante il lockdown 9 lavoratori su 10 sono stati raggiunti dalla comunicazione aziendale. Il 62% ne ha apprezzato i messaggi, perché trasmettevano sentimenti positivi in un momento di grande disorientamento. Upgrade del ruolo dei comunicatori: per il 73% è aumentato il loro coinvolgimento nelle decisioni aziendali

Roma, 30 settembre 2020 – Durante il lockdown il 93,2% dei lavoratori italiani ha letto, ascoltato, guardato messaggi delle aziende sui diversi media: i ringraziamenti pubblici ai propri collaboratori per l’impegno profuso, le iniziative benefiche e di solidarietà, le raccomandazioni per adottare...[...]

Comunicati Stampa 9 Luglio 2020

Italiani impauriti, boom del risparmio: l’aumento di liquidità nel lockdown vale quanto il Mes

Il 68% dei cittadini ha paura per la situazione economica familiare. Vince la cautela. Anche se le entrate del 71% dei percettori di reddito non sono state intaccate. La metà non comprerebbe titoli di Stato, il 52% guarda con interesse a strumenti finanziari di investimento responsabile. Per il 40% dei consulenti finanziari la clientela è vigile sulle opportunità di investimento

Roma, 9 luglio 2020 – La diversity in finanza conta molto, anche nel post Covid-19. Il 40,3% degli italiani preferirebbe investire in un’azienda o in fondi di investimento guidati da donne. E il 39,9% sceglierebbe un consulente finanziario donna. Spicca il fatto che tra le donne le quote che optano...[...]

Comunicati Stampa 4 Luglio 2020

Paura e smartworking frenano i consumi

Tre quarti degli italiani sono convinti che la crisi economica causata dall’epidemia sarà più grave della recessione del 2008 e della crisi del debito sovrano. Per il 38% le condizioni della propria famiglia peggioreranno e il 15% degli occupati teme di perdere il lavoro. Solo il 19% promuove le misure del Governo. Consumi giù (-6,4% nel primo trimestre), risparmio cautelativo su (+4,5%)

Roma, 4 luglio 2020 – Il 15% degli occupati teme di perdere il lavoro. Gli italiani hanno già deciso che l’impatto dell’epidemia sull’economia nazionale sarà superiore a quello della recessione globale del 2008-2009 e della successiva crisi del debito sovrano del 2011-2012. Lo pensa il 73% dei...[...]

Comunicati Stampa 9 Giugno 2020

Scuola: studenti esclusi dalla didattica in 9 istituti su 10

Buona volontà e impegno degli insegnanti non bastano ad assicurare l’inclusione nei processi educativi di tutti gli studenti. Solo nell’11% delle scuole tutti i ragazzi sono stati coinvolti nella didattica a distanza, e solo l’1% degli istituti non ha dovuto fornire attrezzature hardware

Roma, 9 giugno 2020 – Tra le mille difficoltà, nell’emergenza Covid-19 la scuola è andata avanti soprattutto grazie all’impegno personale delle diverse figure coinvolte. Il 98% dei dirigenti scolastici ritiene che gli studenti abbiano dimostrato di avere spirito di adattamento e di collaborazione...[...]

Comunicati Stampa 5 Giugno 2020

Sanità: per 9 italiani su 10 servono più infermieri per un Servizio sanitario migliore

Il 92,7% è convinto che con più infermieri la sanità migliorerà. E il 91,4% approva l’introduzione della figura dell’infermiere di famiglia e di comunità. Ne occorrono 57.000 in più per potenziare la sanità in modo omogeneo in tutto il Paese

Roma, 5 giugno 2020 – Più infermieri per una sanità migliore: gli italiani dicono sì. Il 92,7% degli italiani (con punte fino del 94,3% nel Nord-Est e del 95,2% tra i laureati) ritiene positivo potenziare il numero e il ruolo degli infermieri nel Servizio sanitario nazionale. Il 41,9% al fine di...[...]

Comunicati Stampa 25 Maggio 2020

Aibe Instant Survey - Covid 19

Moderato deflusso di capitali dall’Italia e ripresa delle attività produttive entro l’anno; opportunità per fondi e aziende estere di estendere il controllo sul made in Italy. Sì a iniziative di condivisione del debito (Eurobond), ma insieme ad altri strumenti e nessun pregiudizio all’impiego del Mes. Guido Rosa:«è il momento di rivedere le regole di concorrenza europee per creare campioni continentali» .

Questo, in sintesi, il risultato della prima «Instant Survey» condotta da Aibe (Associazione Italiana delle Banche Estere), con la collaborazione del Censis, per sondare l’opinione sulle misure economiche e di contenimento prese dal Governo a seguito della pandemia e confrontarsi sugli elementi che...[...]

Comunicati Stampa 20 Febbraio 2020

Come ci si informa oggi, tra vecchi media e dispositivi digitali

I tg restano la principale fonte d’informazione, seguiti da Facebook. La politica è la regina dei palinsesti personalizzati. Il futuro? Svolgeremo la maggior parte delle attività quotidiane tramite internet, ma l’informazione sarà meno libera. Un quarto degli italiani (il 57% degli anziani) non ha le competenze necessarie per vivere nell’ambiente digitale

Roma, 20 febbraio 2020 – La polarizzazione dell’informazione tra vecchi media e dispositivi digitali. Le prime cinque fonti d’informazione utilizzate dagli italiani includono strumenti tradizionali come telegiornali, reti televisive all news e quotidiani cartacei, insieme all’innovazione fornita...[...]

Comunicati Stampa 20 Febbraio 2020

I media e la costruzione dell’identità

Tv e radio si rafforzano grazie al web: si combinano programmazione lineare e palinsesti personali. Crescono ancora internet, smartphone e social network. In dieci anni quadruplicata la spesa per i telefoni. E si è fermata l’emorragia di lettori della carta stampata: nell’ultimo anno +2,5% la spesa per libri e giornali. Ma nell’era biomediatica per un giovane su dieci la propria identità coincide con il profilo social

Roma, 20 febbraio 2020 – Tv e radio si rafforzano sul web. Nel 2019 la fruizione della televisione è stabile, ma si registra una flessione dei telespettatori della tv tradizionale (il digitale terrestre: -2,5% in un anno), mentre resta salda l’utenza della tv satellitare (-0,1%) e crescono...[...]