settori di ricerca

Inizio Contenuto

LA RIVISTA - Note & Commenti

N. 5/6 2015 - La composizione sociale dopo la crisi: protagonisti ed esclusi della ripresa

N. 5/6 2015 - La composizione sociale dopo la crisi: protagonisti ed esclusi della ripresa

Un giorno per Martinoli

Gino Martinoli è stato uno dei fondatori del Censis e ha svolto un ruolo di costante stimolo intellettuale come Presidente della Fondazione fino alla sua morte, avvenuta nel 1996. A partire dall'anno successivo, alla sua figura viene dedicato un annuale appuntamento di riflessione volto ad esplorare le prospettive future della società italiana. Il tema affrontato quest'anno è come è cambiata la composizione sociale dopo la crisi e quale rinnovato protagonismo collettivo è possibile al momento intravedere.Martinoli, ingegnere chimico laureato al Politecnico di Torino, lavorò alla Olivetti per ventidue anni, curando l'organizzazione produttiva degli impianti e introducendo la catena di montaggio; passò quindi all'Iri, dove ricoprì la carica di ispettore dagli inizi del 1946 fino alla fine del 1947; successivamente alla Necchi, come direttore tecnico, si occupò del rinnovamento degli stabilimenti e del prodotto; poi, in qualità di amministratore delegato dell'Agip Nucleare con Enrico Mattei, curò la messa in opera della prima centrale atomica dell'Eni. In pensione dal 1961, dopo la sua lunga esperienza professionale, dedicata soprattutto all'organizzazione dei processi produttivi, degli stabilimenti e delle risorse umane − in sintesi, all'organizzazione scientifica del lavoro −, iniziò la sua «avventura sociologica» con l'incontro con Giuseppe De Rita e l'impegno profuso nella nascita del Censis.
Oggi le leve della ripresa appaiono tutte esterne al sistema, a dimensione internazionale: l'indebolimento dell'euro, che rende più competitivi i nostri prodotti; la flessione del prezzo del petrolio, che riduce i costi di produzione; le politiche della Banca centrale europea, con il programmato quantitative easing. Ma chi farà la ripresa? Il testo che segue, ispirato dall'insegnamento di Martinoli a scrutare gli scenari futuri, si focalizza su quali soggetti appaiono oggi sotto sforzo e su quali energie collettive interne al sistema si stanno riattivando.

Indice

E ora che la crisi ci sta lasciando...
Visioni di società
La società così com'è: le dinamiche regressive
Neoprocessi risorgenti
Le giare incomunicanti
La tavola rotonda della Giornata Martinoli